Progetto “Return to work”

Giovedì 5 settembre ore 16.30 - 17.30 - Sala 7 - Padiglione 16

L’Associazione Onconauti propone un programma per rispondere ai nuovi bisogni di mantenimento e recupero della salute e dell’efficienza produttiva per favorire la diffusione di una cultura innovativa, basata sull’apprendimento di abitudini e comportamenti salutari e volta a considerare l’ex malato non come un problema ma come una risorsa in temporanea difficoltà. 

La necessità attuale è quella di inserire il momento del reinserimento dei lavoratori in un programma ben definito e strutturato che consideri le difficoltà date sia dalla malattia, gli effetti collaterali dei trattamenti - che a volte si presentano tardivamente - nonché la quota di disabilità lavorativa presente in ogni singolo caso.

“Dall’idoneità parziale al reinserimento lavorativo integrato del paziente cronico oncologico e non: il Progetto Return to Work dell’Associazione Onconauti”

h.16:30   PRESENTAZIONE:

G. Ferrari (Presidente SIPISS), F. Fontana (Responsabile Onconauti Ferrara)

Saluti delle Autorità

Tavola Rotonda: 

- L’Esperienza della Rete Nazionale CUG della Pubblica Amministrazione: M.P. Ganzer (Coordinatrice Rete Nazionale CUG)
- La tutela sanitaria INAIL. Il reinserimento e l’integrazione lavorativa delle persone con disabilità da lavoro (M.Clemente e M.Scocca - Sovraintendenza Sanitaria Centrale di Inail)
- Il punto di vista della Medicina del Lavoro (P. Galli, Direttore UO PSAL AUSL Bologna)
- Il punto di vista del Medico Competente (M.Valsiglio, segretario Regionale ANMA)
- Un modello innovativo di Riabilitazione Integrata per il reinserimento lavorativo dei pazienti oncologici: l’esperienza dell’Associazione Onconauti (S.Giordani, Oncologo e Direttore Scientifico Ass. Onconauti)Testimonianze e Dibattito: (Bologna Integrazione, Dussmann Italia, Tramec Riduttori, Disability manager Hera spa, Presidente CUG AUSL Bologna, da confermare)



Workshop a cura di